Wednesday 5. August 2020

Newsletter 16 agosto 2019: Le celebrazioni 2019 & le celebrazioni degli anni scorsi

Le celebrazioni 2019 e le celebrazioni degli anni scorsi. Di Giampiero Griardi, Trento

Le celebrazioni 2019
Cronaca e documentazione


L’edizione 2019 delle celebrazioni in ricordo della morte di Franz Jägerstätter è stata innovativa perché per la prima volta sono stati previsti dall’organizzazione tedesca dei momenti bilingui a favore degli italiano presenti. Questi ultimi erano 22, una buona percentuale rispetto al centinaio di presenze nei vari momenti.


La sera dell’8 agosto, dopo un viaggio in auto di molte ore, ci siamo riuniti nella chiesetta (rinnovata due anni fa con ottimi lavori di restauro, che l’hanno dedicata a FJ) per i Vespri e poi alla locanda Hofbauer per la cena comunitaria.


Il giorno successivo, 76° anniversario della decapitazione del Beato, si è tenuta al mattino la conferenza presso la sala parrocchiale di Tarsdorf. Quest’anno è stata presentata la figura di una Beata austriaca, suor Restituta Kafka, anche lei resistente al nazismo per motivi religiosi. A parlarne è stata invitata una sua consorella, sr. Ruth Beinhauer, che ha preparato una relazione vivace e coinvolgente, la cui traduzione (rivista) è disponibile qui.


Dopo il pranzo comunitario ha preso avvio la marcia verso la frazione dove sono sepolti Franz e Franziska. Si è camminato sotto il sole, per fortuna con un punto di ristoro per dissetarsi e ritemprarsi.
Alle 16 si è tenuta nella chiesetta ― alla presenza delle figlie di Franz e Franziska ― il momento di preghiera e ricordo nell’ora della morte del Beato. Qui gli italiani hanno avuto una parte, con la lettura del brano di San Giacomo, la declamazione di tre preghiere dei fedeli (insieme alle tre in lingua tedesca) e il canto finale (“Chi ci separerà”). La celebrazione è stata allietata da brani di clarinetto e oboe.


A seguire si è svolto (altra novità di quest’anno) un incontro di conoscenza internazionale, in cui italiani e tedeschi si sono reciprocamente presentati. Ognuno era invitato - dopo essersi presentata/o - a segnare su una grande carta geografica il luogo di provenienza, per dare senso all’internazionalità della conoscenza del Beato. Molto utile è stata la traduzione (quasi) simultanea di tutti gli interventi, garantita da Giusi (che ringraziamo).


La pausa successiva è servita per ritemprarsi e (per chi abituato a cenare presto) per mangiare.
Davanti alla chiesetta, nella piazzetta intitolata a FJ, alle 19 c’è stato un momento pubblico di ricordo dei perseguitati dal nazismo nel Land dove si trova St. Radegund. Sono stati proclamati i loro nomi e si è dato conto di quanto successo loro.


A seguire, ha avuto luogo la santa messa, officiata dal vescovo emerito di Linz, Maximilian, sotto il cui governo la causa di beatificazione è giunta a compimento: qualche parola di italiano è stata usata nel corso della celebrazione. I sacerdoti concelebranti erano 7 e tra loro un italiano.


La cerimonia dei lumini (depositati da coloro che escono dalla messa davanti alla tomba) ha concluso la giornata, non senza una cena ristoratrice alla solita (e unica) locanda.


Il giorno successivo, alle 9, il parroco emerito di Torsdorf, don Joseph,  ha celebrato la messa, come da tradizione, nella cucina del maso Jägerstätter. È stato un momento come sempre intenso e caloroso, dove italiani e tedeschi si sono ritrovati (con interventi nelle due lingue) insieme alle figlie per stare un po’ dentro il clima di quella casa così importante. La foto di gruppo è stato il rito conclusivo, poi la partenza per tornare a casa!

 

 

Le celebrazioni 2019
Le fotografie


La fotocronaca delle celebrazioni 2019 è qui. Vi sono rappresentati i vari momenti della giornata.
L’album predisposto dall’amico bavarese Martin Pilgram, provetto fotografo, è qui. Molti di noi ci si ritroveranno.
Se qualcuno vorrà inviare le sue foto rispondendo a questa mail, saranno pubblicate qui.
 

 

Le celebrazioni degli anni scorsi
Temi e relatori (alcuni tradotti)


2003
Franz Jägerstätter: seguire la propria coscienza
    Eberhard Schockenhoff, Friburgo
 
2004
Max Josef Metzger: una vita per la pace
    Herbert Froelich, Heidelbreg, consigliere spirituale Pax Christi Germania
Destinare le tasse alla pace: un'opportunità per il superamento di un deficit della democrazia
    Sepp Rottmayr, Monaco, Associazione per la pace
All'ombra del nuovo splendore: provocazione ai cristiani della metropoli
    Reinhard Herbolte, Berlino, rappresentante del comune
 
2005
Rimase fedele a se stesso. Josef Mayr-Nusser: guida per i giovani, fratello della S. Vincenzo, testimone della fede
    Josef Innerhofer, Bolzano
 
2006

Dimensione politica della religione oggi
    Wolfgang Plaver (Innsbruck):
Dopo 60 anni nuova vita sulle tombe dei martiri in Cina. I missionari Theophil Ruderstaller (Ostermiething), Antonin Schröcksnadel (Lihnz/Innsbruck) e Günther Krabichler (Landeck)
    Padre Gaudentius Walser (Innsbruck),
 
2007
Non di questo mondo… la fede vissuta di Franz Jägerstätter
    Roman Siebenrock
Aspetti mistico-politici della santità sull’esempio di Franz Jägerstätter
    Tavola rotonda
 
2008
Franz Jägerstätter, segno vivente di trascendenza
    Kuno Füssl, Munster (Germania)
 
2009
Figura discussa e di riferimento: Il giornale KirchenZeitung, fondato nel 1945, ha seguito da subito la vicenda Franz  Jägertsätter, tanto nel non parlarne quando non era personaggio gradito, quanto nel portarlo ora all'onore degli altari.
    Matthaeus Fellinger, direttore del giornale della diocesi di Linz KirchenZeitung
"Non sapevano come comportarci”. Nei giornali non cattolici Franz Jägerstätter non era un tema, tranne che per il fatto che faceva arrabbiare gli ex soldati
    Werner Rohrhofer, direttore del Neues Volksblatts
 
2010
Franz Jägerstätter come ispiratore dell’odierno lavoro per la pace
    Cesare Zucconi (Comunità di S. Egidio, Roma)
 
2011
L’«ispirazione» di Franz Jägerstätter
    Thomas Schlager-Weidinger, Linz
IL TESTO È DISPONIBILE IN ITALIANO QUI

 

2012
Dalle grinfie del potere e della violenza a Gesù, via di libertà. Due testimoni per i nostri tempi: Franz  Jägertsätter (1907-1943) e Jean Goss (1912-1991)
    Hildegard Goss-Mayr, Vienna

 

2013
Chi riesce ad essere soldato di Cristo? Jägerstätter e la Bibbia
    Otto Schwankl, del Dipartimento di teologia dell’Università di Passau
IL TESTO È DISPONIBILE IN ITALIANO QUI
 
2014
In prima linea nell'esercito della pace. La testimonianza di Ben Salmon contro la prima guerra mondiale 
    Michael Baxter (USA)
 
2015
La figura di Josef Mayr-Nusser (1910-1945)
    Francesco Comina (Bolzano, Italia)

 

2016
I rifugiati, la sfida del nostro tempo
    Gina Abbate (Merano) e Francesco Comina (Bolzano)
IL TESTO È DISPONIBILE IN ITALIANO QUI
 
2017
Una nube di testimoni ci circonda (Eb 12,1). Diversità e significato dei martiri del periodo nazista. 
    Józef Niewiadomski, Università di Innsbruck
 
2018
Senso e orientamento: come difendere la vita contro le tendenze disumanizzanti nella società?
    Magdalena Holztrattner M.A., direttrice del Katholische Sozialakademie Österreichs
IL TESTO È DISPONIBILE IN ITALIANO QUI
 
2019
La sfida della fede: la Beata Restituta Kafka nella Resistenza
    Ruth Beinhauer (Vienna)
 IL TESTO È DISPONIBILE IN ITALIANO QUI

 

Copyright © 2019 La figura di Franz Jägerstätter, All rights reserved.
Ricevi questa newsletter perché l'hai chiesta oppure sei entrata/o in contatto con Franz Jägerstätter Italia. Se non la vuoi ricevere, clicca sotto su "unsubscribe from this list".

Our mailing address is:

La figura di Franz Jägerstätter

Via del forte 44/B

Trento, TN 38121

Italy

Katholische Kirche in Oberösterreich
Diözese Linz

Kommunikationsbüro
Herrenstraße 19
Postfach 251
4021 Linz
https://www.dioezese-linz.at/
Darstellung: